Organizzare lo spazio di lavoro: 5 motivi per cui vale la pena farlo



L’organizzazione del proprio spazio di lavoro, che sia l’ufficio o la propria scrivania, è spesso una cosa molto personale: ognuno segue strategie diverse per ottimizzare al meglio lo spazio e aumentare così la propria produttività.

Nonostante questo però ci sono metodi che possono essere utili e comuni a tutte le professioni e gli ambienti di lavoro. Di consigli per ottenere ottimi risultati se ne potrebbero dare molti, ma noi ne abbiamo scelti cinque in particolare.

Prima di tutto però c’è una domanda che bisogna porsi quando si pensa a come organizzare il nostro spazio: voglio la possibilità di concentrarmi sul compito che devo svolgere, oppure controllare e interagire con chi mi sta intorno?

  • Nel caso in cui si cerchi l’interazione con le altre persone, è importante che le postazioni di lavoro siano tutte vicine, che il contatto visivo sia sempre possibile. In questo senso anche scegliere un ambiente come un open space può essere d’aiuto. Permettere a chi lavora a progetti comuni di stare vicini è un ottimo modo per aumentare la comunicazione e di conseguenza la produttività.

Articoli correlati

Le 10 regole che ogni buon imprenditore dovrebbe seguire Piccola non vuol dire avere meno problemi. Chiunque sia a capo di una PMI è consapevole che il percorso da compiere per raggiungere determinati obiett...
Che cos’è lo smart working? La Top 5 dei luoghi comuni e delle (mezze) verità Quando siamo finalmente riuscite a spiegare il modello Oltriamo® a chi ci chiedeva cosa concretamente fosse e abbiamo visto illuminarsi in volto persi...
Smart Coaching: in azienda ogni attore ha il suo ruolo Le esigenze individuali del lavoratore, per quanto spesso sembrino essere molto lontane da quelle dell’azienda, in realtà hanno con queste ultime molt...

Commenti

commenti

Redazione